Villaggi Turistici in provincia di Carbonia Iglesias

LE SPIAGGE PIU' BELLE DELLA PROVINCIA

Area ricca di coste rocciose e di un entroterra tipicamente sardo, con paesaggi montani ricchi di flora e fauna.
L'area, particolarmente selvaggia, è ricca di cale e insenatura tutte da scoprire!
Ecco le spiagge più belle della provincia!

  • Isola di San Pietro
    Un isolotto di 51 kmq con coste frastagliate e mare cristallino. Una zona pressoché incontaminata. Le spiagge più belle sono quella di Capo Sandalo, Spalmatore, La Punta, Guidi, Carloforte, Cala Lunga e Cala Fico.
  • Isola di Sant'Antioco
    Più grande della precedente, si estende per circa 100 kmq con una densità di popolazione molto bassa e zone ancora incontaminate. Le zone balneari più belle sono: Portixeddu, Cala Sapone, Capo Sperone, Is Prunis, Maladroxia, Coacuaddus.
  • Calasetta
    Una delle zone più autentiche della Sardegna, con le origine tabarchine ancora intatte. Le spiagge più belle della zona corrispondono grosso modo alle tre grosse fratture della sua costa: Spiaggia Grande, Porto Maggiore, la Salina e Sottotorre, ma anche La Tonnara, Cala Lunga e Mangiabarche.
  • Burgerru
    Selvaggia, quasi inospitale, scoscesa, ma proprio per questo affascinante. Qui le zone balneari da non perdere sono: Cala Domestica e Canal Grande di Nebida.
  • Sant'Anna Arresi
    Molto belle le spiagge di Porto Pino, con una grandissima pineta e dune altissime, e la spiaggia Le Dune o Sabbie Bianche, con alle spalle lo stagno di Is Brebeis dove nidificano uccelli migratori e fenicotteri.
  • Giba, Iglesias e Portoscuso
    Dal Golfo di Palmas, con la spiaggia di Porto Botte, passando per Iglesias con le zone balneari di Porto Flavia, Pan di Zucchero e i Faraglioni di Masua, fino alla scogliera di Portoscuso.
COSA VEDERE IN PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

La zona del Sulcis Iglesiente e fra le più autentiche e antiche dell'isola, un territorio ricco di tradizioni, enogastronomia, spiagge e storia.
Le zone da visitare assolutamente sono tante, ecco un elenco di quelle da non perdere!

  • Area Archeologica di Sant'Antioco
    Un'area che si adagia su una laguna, e racconta una storia millenaria fatta di dominazioni dai fenici agli spagnoli. Nella zona archeologica, si trovano basiliche, catacombe, tophet.
  • Miniera di Serbariu
    Se si vogliono scoprire le origini di questa provincia, non si può saltare la visita alle miniera di carbone più grandi della Sardegna, con il museo che conduce lungo le gallerie e il sottosuolo per scoprire come lavoravano i vecchi minatori nel periodo fascista.
  • Tratalias
    Un borgo antichissimo di stampo medievale, con la Cattedrale duecentesca e il palazzo padronale. Molto piacevole la passeggiata lungo il borgo tra le botteghe di artigiani ancora in attività.
  • Isola di San Pietro
    Il centro abitato di Carloforte è un vero angolo di paradiso. Spiagge, cibo, sagre e relax sono i connotati di un'isola nell'isola da non perdere assolutamente.
  • Porto Flavia
    Il panorama e da restarci secchi. Un sito minerario a strapiombo sul mare, che si affaccia sul Pan di Zucchero e con un buco scavato nella roccia proprio sul mare. Uno spettacolo unico.
COME ARRIVARE
  • In Aereo
    L'aeroporto di riferimento è sempre quello di Cagliari Elmas, che dista circa 60 km. In alternativa, c'è l'aeroporto di Tortolì, ma meno servito da compagnie internazionali e distante circa 200 km
  • In Nave
    I porti di riferimento sono, in ordine di distanza, quello di Cagliari (70 km), quello di Porto Torres (250 km) e quello di Olbia (290 km).
  • In Treno
    La provincia è servita dalla linea ferroviaria che attraversa Cagliari-Decimomannu-Carbonia/Iglesias.